Clandestinamentemente’s Blog

Posts Tagged ‘felicità

Chi come me nasce sotto il segno dell’Acquario non può negarsi al destino di sognatore, anche ad occhi aperti.

I nostri compagni alle elementari giocavano a calcio in cortile? Noi guardavamo le nuvole e ci perdevamo dietro il volo delle farfalle.

Ammetto di non essere più una bambina e parecchie esperienze vissute mi hanno resa anche a volte disincantata ma l’indole rimane.

Ti propongono un week end al mare e tu immagini il porto, la sera, le barche ormeggiate, lui vicino a te, la pelle abbronzata e la sensazione del caldo sulla pelle regalata dal sole giornaliero, la tua mano nella sua e se chiudi gli occhi quasi senti il profumo della salsedine.

Immagini quel week end come il più bello e romantico, e così poi si rivela.

Persino il capo il giorno dopo guardando il tuo sorriso lo intuisce.

Il fatto di non essere mai stata particolarmente materialista mi spinge ovviamente al non desiderare oggetti materiali, ma di andare a caccia di emozioni.

Ecco quindi immaginare di conoscere posti mai visti, dove magari poi riuscire a immaginarlo meglio, il suo habitat.

Andare a passeggiare vicino a quelle ville liberty viste in fotografia, guardare le foto appese in casa sua, sentire il freddo sulla pelle una sera di dicembre mentre camminate per Torino a vedere le luci d’artista.

Ecco, questi i miei sogni, le emozioni che riempiono il mio cuore di gioia.

Quando poi hai la fortuna di incontrare chi li realizza senza neache conoscerli, semplicemente essendo se stesso, succede poi che immaginazione e ricordo si mescolino, creando una nuova sensazione che ti fa rivivere esperienze vissute e chiudendo gli occhi riesci anche a sentire nuovamente quella carezza sulla spalla, quel bacio sulle labbra mentre tu in cucina gli prepari la cena tutta concentrata.

Volere solo il bene di una persona significa sentirsi il cuore gonfiarsi in petto quando ti sorride, immaginare a come stupirla a renderla felice.

Immagini e inizi i preparativi per un regalo ancora lontano, tieni per te la sorpresa fino all’ultimo, fino a quando potrai godere di quello sguardo e di quel sorriso nell’attimo stesso in cui il regalo verrà scartato.

Sguardo e sorriso immaginato e sperato durante tutti i preparativi.

La vita senza sogni e piccoli progetti, senza i ricordi che ci nutrono l’anima, non sarebbe ricca, neanche vivendo nello sfarzo più assoluto.

E’ il cuore e la mente che bisogna nutrire, non solo la pancia.

Annunci

E’ da un anno e passa che se ne parla, e finalmente anche il turno di R. è arrivato.

Quanta fatica per tutti i preparativi e riuscire a organizzare tutto. Quanta fatica anche da parte di noi invitati per presentarci belli, bellissimi, ai limiti dell’umano scibile in fatto di bellezza in quella chiesetta.

Corsi durati anni interi per poter mettere il riso a forma di cuore sul piazzale, per poi dimenticarsi che lo zio rincoglionito c’è sempre e esce fuori dalla chiesa sempre prima degli sposi, rovinando quel piccasso di chicchi e petali adagiati a terra.

E’ quasi ora della cerimonia e bisogna imbellettarsi e truccarsi per essere belle, le più belle e azzardi addirittura quel tacco 10 che in 35 anni hai sempre rifiutato, non sentendolo tuo, ora chissà perchè te ne senti affascinata.

Dura, durissima esperienza camminare e scendere le scale con disinvoltura ma ce la fai e, sorpresa, ti senti bella, sensuale, accattivante. Sensazione a dire il vero che dura ben poco… ragazze, se come me siete alle prime armi non cadate nel tranetto dei cuscinetti della Dott. Scholl per poter reggere meglio i tacchi alti, non solo sono una bufala ma vi faranno ottenere in tempo zero l’effetto opposto, desidererete di prostituirvi poiuttosto, ma che vi facciano togliere quei tacchi, vi prego…

Almeno durante la cerimonia reggi, sospirando ogni volta che vedi che ci si può sedere sulle panche (atea convinta, vado in chiesa solo ai matrimonio e i battesimi o i funerali, non conosco la liturgia, mi limito a stare in piedi e in silenzio e alzarmi e sedermi ogni volta che lo fanno gli altri, l’unica cosa che mi piace davvero è scambiare il segno di pace, prendo e parto per tutta la chiesa per non saltare nessuno). Inizi a maledire tutte le firme che testimoni e sposi devono fare e a domandarti con insistenza nel cervello “ma quand’è che escono che tiriamo il riso e posso risedermi in macchina?”

Ebbene si lo ammetto, procedo al cambio delle scarpe (a tutte le torture c’è un limite nella vita) e fiocco allo specchietto laterale si parte in direzione ristorante, villa con piscina e catering e fiori e tessuti bianchi e prato all’inglese e panorama e…. coda per andare in bagno.

A qualsiasi ora del pomeriggio/sera/notte.

E’ in queste occasioni che ti rendi conto che gli invitati sono comunque troppi ma benedici la presenza del clown che almeno focalizza l’attenzione dei bambini.

Guardo il giovane collega vestito come un poveraccio cercare di inseganre ai bimbi un po’ di giocoleria, vien quasi voglia di far roteare le pallette anche io, ma sono vestita elegante oggi, gioco a fare la signora .

Antipasto a buffet mondiale, tutto buonissimo e abbondante, direi che la mia cena poteva benissimo concludersi lì, chissà perchè poi ai matrimoni uno deve abbuffarsi fino a stare male. Noto con ironia di non essere l’unica ad essersi cambiata le scarpe, una serie di donne con vestito con lo strascico manco si dovessero sposare loro sfoggiano adesso ballerine o infradito, l’unica che si è ostinata a tenere i tacchi tutta la sera entrando in sala precipita rovinosamente a terra. Con aplomb da cerimonia la si aiuta a rialzarsi e si finge di non aver notato nulla di strano o ridicolo.

Inizia a salirmi un sano senso di disgusto.

Ma perchè gli uomini sono così stupidi???? Perchè non limitarsi a festeggiare con semplicità un bel giorno e renderlo unico semplicemente per l’affetto che si da e si riceve dagli altri? Perchè rendersi ridicoli in ambiti appariscenti e farsi venire i piedi gonfi come scarponi da sci, ai limiti dell’elefantismo, pur di essere eleganti e raffinate? che poi l’eleganza e la raffinatezza se ce l’hai non hai bisogno di mostrarla con tacchi e strascichi, io oggi, per esempio, sono raffinatissima con il mio jeans e la camicia bianca e il fularino bianco, provate a dimostrare il contrario…

Alla fine assonnati e un po’ ubriachi si torna verso casa, chi non ha bevuto o quasi guida (io!), gli altri bellamente sonnecchiano.

Un’altra festa è finita e a parte il mio umore tra il cinico e il faceto non mi resta che augurari ai due sposini solo tanto amore, aspettando pazientemente che prima o poi venga anche il mio turno per la felicità.

 

Ricordo che con amici qualche settimana fa ci siamo ritrovati in pizzeria, calici alla mano abbiamo brindato tutti assieme alle tre S: Soldi, Salute e Sesso.
Siamo sempre stati piuttosto goliardici e ognuno di noi ha dato le sue priorità tra le tre.
Oggi, non so bene perchè, ma mi sono ritrovata a ripensare al mio significato, e a grandi linee questi sono i miei pensieri.
Soldi:
Inutile negare che quando ci sono uno sta meglio. Certo non fanno la felicità, ma contribuiscono parecchio.
Non sono venale, non lo sono mai stata, anzi, mi schiero dalla parte dei generosi.
Condivido volentieri il poco che ho con le persone a cui voglio bene e non mi sono mai pentita di ciò.
Qualcuno in passato se ne è anche approfittato, ma fa parte delle esperienze di vita. Per quanto mi riguarda quelle esperienze di vita da cui non si impara mai abbastanza, e infatti ripeterei l’errore altre mille volte.
Rimango nella convinzione che i gesti rappresentino chi li fa, non chi li riceve.
Salute:
Sono forte e sana.
Visti i tempi che corrono è una gran fortuna. Perciò non mi lamento dei kg in più e la schiena un po’ incriccata, ho solo da mettermi di impegno e torno nuova come prima.
Certo da quando ho superato i 30 anni la differenza e la stanchezza la sento diversamente, temo quasi i 40 e i 50 dopo, ma troverò il modo per affrontare anche gli acciacchi futuri, quindi animo!
Faccio regolarmente sport e corro ascoltando musica piena di ritmo che mi possa tenere compagnia nelle mie falcate. Ultimamente però boicotto anche la palestra, finchè non mi va via un dolore al ginocchio è meglio non stressare ulteriormente le articolazioni.
Spero di riprendere quanto prima. E’ sempre dura decidere di andare a fare sport, la pigrizia e la stanchezza della giornata lavorativa appena trascorsa non aiutano di certo, ma all’uscita della palestra mi sento benissimo. C’è un sottile masochismo nel provare piacere quando i muscoli ti fanno male, un masochismo sano e auspicabile.
Sesso:
Ormai mi candido per la santità.
SANTA SUBITO!
Passano gli anni (a 34 anni ormai sono quasi matura) e non ricerco più quelle storielle mordi e fuggi che, a dirla tutta, non mi sono mai appartenute molto.
Soffro di aridità cardiaca, dopo la grande delusione vissuta poco più di un anno fa faccio molta difficoltà ad affezionarmi ad un nuovo compagno. Ho molti amori che mi sono vicini, i miei amici. Certo con loro non faccio sesso, ma mi arricchiscono ugualmente con sentimenti puri e veri.
Il cuoricino batte flebilmente di nuovo, ma razionalizzando sto cercando di non fargli prendere l’abitudine all’aritmia. So bene che non è una storia che purtroppo potrà risolversi nel più classico dei classici “e vissero tutti felici e contenti”, perciò so cercando di evitarmi ulteriori delusioni.
Certo ogni volta che sento i suoi ritmi mi si solletica l’umore, e mi ritrovo spesse volte a rivolgergli un pensiero.
Al cuor non si comanda, ma si può mettergli un cuscino sopra e cercare di soffocarlo.
Tra di noi mai nulla, a parte una semidichiarazione reciproca, e forse è meglio così, perchè per me con lui non sarebbe solo sesso, ma fare l’amore.
Nutro la convinzione che la vita da single non sia da buttar via, anzi, ha molti pregi, e poi posso sempre scegliere di sposare me stessa no?
Già mi immagino la colonna sonora della cerimonia: e non ci lasceremo maiiiiiiiiiiiiiii


per ricevere via email ogni aggiornamento e i nuovi post.

Segui assieme ad altri 20 follower

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Categorie

Blog Stats

  • 20,465 hits