Clandestinamentemente’s Blog

Posts Tagged ‘razzismo

Per citare Bertolt Brecht, la prima funzione sociale di uno spettacolo teatrale è il divertimento.

Luogo: Officine Caos – Vallette, Torino, Italia, Pianeta Terra.
Una sala adiancente ad uno spazio parrocchiale, una vera sorpresa per quanto sia ben strutturata e gestita, che ospita una rassegna di arti performative, E'(c)centrico, accostando lavori di compagnie teatrali locali a performance artistiche.
Ieri sera è stata la volta di “Bye Bye Babele” dei Fuori per caso di Cuneo e “Uomo parzialmente scremato” di e con Dario Benedetto.
Bye bye Babele è la storia di un’umanità in cammino, esseri umani che difficilmente si sradicano per scelta trasformandosi in rifugiati, migranti o esuli.
Una compagnia formata da ragazzi e ragazze giovani, ma anche da signori e signore più adulte e tra questi anche disabili, italiani e non.
E’ proprio sulle note di Razza predona dei Mau Mau che inizia lo spettacolo, con una serie di scuse trite e ritrite mille volte che vogliono mascherare e nascondere il razzismo che troppo spesso alberga ancora nella nostra società.
Teatro sperimentale quello proposto dai Fuori per caso, con un bel messaggio sociale che dovrebbe essere urlato a gran voce: la dignità umana e il rispetto per il prossimo non dovrebbe conoscere nè colore di pelle, nè religioni o età.
Una piccola pausa, si cambia palcoscenico ed è la volta di Uomo parzialmente scremato.
“L’immaginazione non è una via di fuga, ma il luogo che tutti vogliamo raggiungere.”
Questa è la filosofia del fabbro che si reca a riparare la serratura a casa del bravissimo Dario Benedetto. “Ciò che devi riparare non è la porta, ma lo spioncino”.
Semplice.
E’ il punto di vista che bisogna cambiare.
Così Dario racconta sette storie, tutte realmente accadute, forse troppo delicate per guadagnarsi spazio sui giornali: un capitano che vuole salvare dall’estinzione l’ultimo esemplare di bisonte muschiato albino, uomini che vogliono salvare le sorti delle rane rosa moldave, trasudamericani che non si fermano davanti alle vette più alte e infine duecento papere galleggianti.
Storie che raccontano di quanto questo mondo non abbia bisogno di eroi interi, ma di uomini parzialmente scremati.

La funzione sociale di uno spettacolo teatrale è il divertimento?
E divertimento sia!
Perchè, non dimentichiamocelo mai, il divertimento è una cosa seria.


per ricevere via email ogni aggiornamento e i nuovi post.

Segui assieme ad altri 20 follower

agosto: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Categorie

Blog Stats

  • 20,366 hits